Logo Regione Autonoma della Sardegna

Pablo Volta - La Sardegna come l'Odissea

Pablo Volta - La Sardegna come l'Odissea
Nuoro, ex tribunale, piazza Santa Maria della Neve dal 7/06/2007 al 16/09/2007. Mostra realizzata dall'Istituto Superiore Regionale Etnografico, in collaborazione con il Comune di Nuoro. Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00. Ingresso gratuito.

Dopo "GUIDO COSTA, Immagini della Sardegna nel primo Novecento", arriva al palazzo dell'ex tribunale di Nuoro un'altra grande esposizione fotografica promossa dall'Istituto Superiore Regionale Etnografico. Si tratta di PABLO VOLTA, la Sardegna come l'Odissea, 111 immagini realizzate nell'isola dal grande fotografo italo argentino tra il 1954 e il 1957. Pablo Volta giunse in Sardegna nel dicembre del 1954 per eseguire una serie di immagini a Orgosolo, in vista di una nuova edizione, illustrata, dell'Inchiesta su Orgosolo di Franco Cagnetta, già pubblicata con grande risonanza sulla rivista Nuovi Argomenti. Appena ventottenne si trovò improvvisamente immerso in un mondo del tutto sconosciuto rimanendone profondamente colpito. Volta ritornò in Barbagia anche negli anni immediatamente successivi. Nel 1957, tra l'altro, su suggerimento di Cagnetta, si recò a Mamoiada, dove realizzò il primo reportage sui mamuthones e issohadores, resi noti dal saggio di Raffaello Marchi sulle maschere barbaricine, apparso nel 1951 sulla rivista Il Ponte. Alcune delle immagini realizzate a Orgosolo e a Mamoiada sarebbero state pubblicate nella traduzione in francese dell'Inchiesta su Orgosolo di Cagnetta, edita nel 1963 da Buchet - Chastel con il titolo Bandits d'Orgosolo. Altre tappe, documentate nell'esposizione, riguardarono naturalmente Nuoro, Desulo, Laconi e l'Ogliastra. Del complesso delle immagini eseguite nel quadriennio 1954/57 la mostra offre un'esauriente selezione, rappresentativa della poetica del fotografo e in particolare della sua capacità di cogliere con discrezione momenti del vivere, della quotidianità e della festa, in una Barbagia poverissima, della quale riesce ad evidenziare l'essenza di una vita fortemente comunitaria, coesa e integrata. L'allestimento si articola in due grandi sale: la prima è tutta dedicata a Orgosolo; la proiezione in grande formato di alcuni film storici immerge il visitatore in un coinvolgente paesaggio visivo e sonoro del paese. Una vetrina/diorama comprende oggetti personali, documenti, libri inerenti all'autore. La seconda sala espone le immagini di Mamoiada, Desulo, Laconi, Nuoro e dell'Ogliastra. In un ambiente di snodo altre 21 immagini, realizzate prevalentemente in Francia, documentano momenti e tematiche dell'attività complessiva del fotografo. Un ulteriore spazio è riservato alla proiezione del documentario di Giovanni Columbu "Ritratto di Pablo Volta" (2004).

Pablo Volta ha deciso di cedere all'ISRE la sua produzione inerente alla Sardegna, avendo individuato nell'Istituto il luogo più adatto per la conservazione e la valorizzazione del suo lavoro.

Pubblicazione ILISSO. Testo: Tatiana Agliani, Uliano Lucas. 144 pagine, 132 immagini. Progetto d'allestimento Antonello Cuccu con la collaborazione di Claudio Mangoni Realizzazione Settore Musei dell'ISRE. Direzione Francarosa Contu Settore promozione e produzione audiovisuale dell'ISRE. Direzione Ignazio Figus Stampe digitali Ilisso, Stampe digitali in grande formato Publiphoto Pannelli e Teche Artigianato & Design, Nuoro. Aspetti amministrativi Servizio Amministrativo e AA. GG. dell'ISRE Direzione Antonio Deias Supervisione generale Paolo Piquereddu Istituto Superiore Regionale Etnografico della Sardegna Via Papandrea, 6 - 08100 Nuoro.

Scarica la biografia di Pablo Volta [file.pdf]