Logo Regione Autonoma della Sardegna

Primo Ambiente – La Collezione Colombini

Primo ambiente – La Collezione Colombini, veduta lato sinistro
La Collezione Colombini è una raccolta di mobili, tessuti, gioielli, armi, cesti, zucche ed oggetti in legno intagliato che costituisce parte del nucleo iniziale delle collezioni del Museo. I materiali sono esposti seguendo lo stile ed il gusto del tempo. La collezione deve il nome al Professor Pio Colombini, originario di Montalcino (SI), docente nelle facoltà di Medicina e Chirurgia a Sassari e Cagliari tra la fine dell'Ottocento ed il 1913, appassionato cultore delle tradizioni popolari e dell'artigianato della Sardegna.

Iniziò così a collezionare oggetti di interesse etnografico quali casse intagliate, mobili in stile sardo, tessuti, gioielli, capi di abbigliamento, armi, oggetti in legno intagliato, strumenti musicali ed utensili, fotografie e cartoline illustrate, tutti di rilevante interesse estetico. L'interesse per le cartoline, che attraverso vaste relazioni personali si faceva inviare da tutta la Sardegna, continuò anche dopo la partenza dall'isola dando luogo ad una importante collezione ordinata secondo l'ordine alfabetico delle localita' di provenienza e raccolta in quattro albi.

Dopo la scomparsa del Professor Colombini l'intera collezione passò agli eredi che nel 1959 ne affidarono una parte al Gremio dei Sardi di Roma per la realizzazione di una serie di manifestazioni culturali volte a illustrare vari aspetti della cultura sarda.
I manufatti presentati suscitarono l'interesse dell’Assessore Regionale al Turismo e del Presidente dell'ESIT che avviarono le trattative per l'acquisto dell'intera raccolta.
I materiali furono cosi' acquisiti al patrimonio della Regione Sarda che li consegnò al Museo del Costume di Nuoro, appena edificato, costituendo il primo nucleo delle collezioni dell'attuale Museo Etnografico Sardo

Galleria fotografica
  • Primo ambiente – La Collezione Colombini, veduta lato destro
  • Zucca contenitore per liquidi - zucca - primi del Novecento
  • Primo ambiente – La Collezione Colombini, veduta lato sinistro
  • Ritratto del prof. Pio Colombini
  • Bono, processione
  • Bonorva, piazza Santa Maria
  • Bosa, molo destro